Trekking all’Argentario

Per chi ama il contatto diretto con la natura, la storia e la cultura il promontorio del Monte Argentario offre una variegata possibilità di percorsi adatti a tutti con un tripudio di colori, profumi e bellezza che incanta.
Approfittate quindi delle bellissime giornate di Primavera per andare alla scoperta di luoghi incontaminati e ricchi di storia

23 APRILE: Itinerario Torre dell’Argentiera
L’Argentario è circondato da numerose torri che si affacciano sul mare e che anticamente servivano per la difesa dai corsari barbareschi che infestavano i nostri mari. Una di queste torri è la torre dell’Argentiera che, a differenza delle altre, non si trova sulla costa ma all’interno, a più di un chilometro dal mare.
Lo sterrato che sale alla Torre si raggiunge da Porto Santo Stefano e girando poi a destra al bivio di Pozzarello: dall’imbocco del sentiero si cammina tra le vigne e la tipica macchia mediterranea, e si prosegue per una breve salita fino alla torre medievale recentemente restaurata da cui si può ammirare il paesaggio sull’entroterra delle pianure maremmane, e ovviamente sull’arcipelago toscano e sul mare.
Incontro in Località Pozzarello presso Porto Santo Stefano

24 APRILE: Il percorso dei forti spagnoli di Porto Ercole
Forte Filippo, Forte Stella e la Rocca sono i forti costruiti a Porto Ercole sotto la dominazione spagnola per difendere lo Stato dei Presidi da chiunque volesse effettuare razzie e scorribande, sia dal mare che da terra.
Un percorso dalla forte connotazione storica è questo che parte dal porto di Cala Galera e lambisce i forti di epoca spagnola di Santa Caterina, Forte Filippo e Torre del Mulinaccio, tutti eretti tra il 1500 e il 1700 quando questi territori appartenevano allo Stato dei Presìdi. Lungo il tragitto si può ammirare il Tombolo della Feniglia ed il paese di Porto Ercole a cui si torna alla fine della passeggiata.
Partenza e arrivo in Località Cala Galera presso Porto Ercole

25 APRILE:Sentiero di Torre di Capo d’Uomo
Il sentiero di questo percorso, che sale dolce e progressivo nel mezzo della macchia mediterranea, si imbocca dalla via Panoramica cui si giunge da Porto Santo Stefano, successivamente dal bivio per Porto Ercole si prosegue per circa 1 chilometro verso questa direzione e poi si trova un sentiero sulla destra, segnalato da un leccio e non asfaltato: da qui sono 40 minuti fino ai 360 metri sul livello del mare della torre di Capo d’Uomo da cui si vedono le isole dell’Arcipelago toscano, il Parco della Maremma, la Laguna di Orbetello e il Monte Amiata.
Incontro a Porto Santo Stefano per poi spostarci con le auto al punto di partenza e arrivo dell’itinerario

Il costo di partecipazione e’ di 12.00 euro a persona, ragazzi 5,00 e bambini gratis.
Pranzo al sacco in tutti e tre i casi.
Per informazioni e prenotazioni si prega di contattare il numero 340 6933470

 

isola-del-giglio-e-montecristo

Soggiornate al Villaggio Golfo degli Etruschi durante il fine settimana del 25 aprile!

Sistemazione in bungalow con 4 posti letto in formula B&B, mezza pensione o pensione completa a partire da Eur. 35,00 a persona.

Eleonora

Share

Trekking all’Argentario